Olimpiadi di Italiano

Olimpiadi di Italiano: il progetto

Olimpiadi di Italiano

L’italiano è diventato la lingua comune degli italiani auspicata dai padri fondatori della nazione. E’ importante però rinnovarne continuamente lo studio e l’apprendimento perché la sua pratica possa diventare elemento essenziale di formazione culturale, indispensabile strumento di conoscenza, agente primo di comunicazione e di relazioni.

Le Olimpiadi di Lingua Italiana intendono, infatti, incoraggiare processi di apprendimento consapevole; stimolare riflessioni sulla lingua; attivare energie per una sana competizione orientata al miglioramento delle competenze culturali e sociali, allo sviluppo delle attitudini e delle capacità personali, al rinforzo delle abilità di autovalutazione che guidano l’orientamento delle scelte scolastiche e professionali.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca indice per il corrente anno scolastico la quarta edizione della competizione nazionale e internazionale, inserita nel Programma annuale di valorizzazione delle eccellenze per l’a.s. 2013-14, denominata Olimpiadi di Italiano.

La manifestazione si svolge con il Patrocinio e il supporto organizzativo del Comune di Firenze, in collaborazione con il Ministero per gli Affari Esteri (MAE) e gli Uffici Scolastici Regionali, con la supervisione scientifica dell'Accademia della Crusca e dell'Associazione per la Storia della Lingua Italiana (ASLI), la partecipazione di Rai Radio3 e di Rai Educational. La competizione, rivolta agli istituti secondari di secondo grado, si colloca, nella sua fase finale, nell’ambito di una più ampia iniziativa culturale di valorizzazione della lingua e della letteratura italiana intitolata "Giornate della lingua italiana".

Le Olimpiadi di Italiano si propongono di:

  • • incentivare e approfondire lo studio della lingua italiana, elemento essenziale della formazione culturale di ogni studente e base indispensabile per l’acquisizione e la crescita di tutte le conoscenze e le competenze;
  • • sollecitare in tutti gli studenti l'interesse e la motivazione a migliorare la padronanza della lingua italiana;
  • • promuovere e valorizzare il merito, tra gli studenti, nell’ambito delle competenze linguistiche in Italiano.

La Referente Prof.ssa Gina Della Torca

torna all'inizio del contenuto