La legge 107 prevede per i Licei percorsi di alternanza scuola lavoro per un totale di 200 ore nel triennio da articolare in formazione a scuola e attività in azienda da svolgere in tre periodi (scolastici e non scolastici). L'attività di alternanza è un percorso articolato da realizzare in contesti diversi con una forte integrazione ed equivalenza formativa tra esperienza scolastica ed esperienza lavorativa (didattica per competenze). 



Gli studenti partecipano a percorsi formativi
a scuola:

  • presentazione del progetto alternanza
  • corso sulla sicurezza
  • diritti e doveri del mondo del lavoro
  • preparazione al colloquio di lavoro
  • incontri con esperti di diversi settori
  • Impresa simulata


con la scuola:

  • visite guidate ad aziende, musei, uffici
  • partecipazione a conferenze sul mondo del lavoro


fuori da scuola:

  • stage in azienda/ente ospitante


La commissione 

  • si occupa della predisposizione di un progetto generale per il Liceo, riferito alle competenze trasversali di cittadinanza e di  articolarlo secondo i tre differenti indirizzi;
  • si occupa della stesura di un regolamento per l'alternanza, del reperimento dei modelli per la Convenzione da stipulare tra scuola ed ente ospitante, dell'assicurazione per lo studente e del percorso formativo e di orientamento presso la sede scolastica;
  • organizza le visite all'esterno della scuola su indicazione anche dei singoli Consigli di Classe;
  • coordina ed è riferimento per  il lavoro dei Consigli di Classe e dei tutor interni.


I Consigli di classe decidono le modalità di realizzazione delle diverse attività, a seconda delle caratteristiche della classe, individuano le competenze da sviluppare in alternanza e, tenuto conto delle indicazioni dei Dipartimenti (che organizzano le competenze di curricolo), concordano con i referenti interni ed esterni le azioni da intraprendere e le modalità di valutazione delle competenze da certificare.

Il tutor interno

  • è scelto nel Consiglio di Classe ed è una figura di raccordo tra scuola, studente, famiglia e azienda; sostiene lo studente per tutto il processo di apprendimento
  • personalizza insieme al tutor esterno il progetto formativo che verrà sottoscritto da scuola, studente e azienda
  • aggiorna il Consiglio di Classe sul procedere dell'attività
  • verifica lo svolgimento dei percorsi definiti (con il tutor esterno)
  • acquisisce elementi per la valutazione


Il tutor esterno

  • è il referente della struttura ospitante
  • agisce in stretta collaborazione con il tutor interno
  • è la persona di riferimento per lo studente in fase di stage
  • fornisce gli elementi concordati per la valutazione

 

torna all'inizio del contenuto